Eco-auto: comprarle non costa poi così tanto

Costruire auto più “eco” non costa moltissimo, stando ai dati contenuti nel rapporto “How clean are Europe’s cars“, pubblicato dal network europeo Transport&Environment, che ha quali partner italiani le associazioni Amici della Terra, Terra! e Legambiente.

Nel 2010 in Europa sono state vendute auto più efficienti rispetto all’anno precedente, con un valore di emissioni medio di 140 grammi di CO2 per chilometro percorso, il 4% in meno rispetto al 2009, e a prezzi più bassi.

Nel report si evidenzia un quadro in cui la tendenza è in netto contrasto rispetto allo scenario delineato in questi anni dall’industria dell’auto. Infatti, il documento confronta i prezzi medi di vendita delle auto in Europa rispetto alle ipotesi della Commissione europea, basate sui dati di costo forniti dalle case costruttrici. A fronte di una previsione di aumento medio dei prezzi di vendita di 2.400 euro (stima 2001) e 1.200 euro (stima 2006), non solo risulta che nel 2010 questi siano diminuiti del 2.5% rispetto al 2009, ma anche che tale trend si sia confermato negli anni con una diminuzione complessiva del 13% dal 2002 e con una riduzione annua media del 2,4% da quando gli obiettivi di efficienza vincolanti sono stati introdotti nella legislazione europea.

In aggiunta a ciò, non sono da sottovalutare i risparmi che arrivano dopo l’acquisto, grazie all’indipendenza dalla benzina, il cui prezzo è in continuo aumento.

E anche Sorgenia ha deciso di investire nelle automobili elettriche, promuovendo la nuova iOn di Peugeot: un’automobile silenziosa, ecologica e al 100% elettrica, per muoversi in città nel pieno rispetto dell’ambiente.

Sorgenia a casa tua: tappa di Brescia

Subscribe to EcoPensiero – efficienza e sostenibilità by Email

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

One Comment

  1. andrea
    Posted 26 ottobre 2011 at 9:51 am | Permalink

    io avrei voluto sostituire la mia turbo disel con un’auto elettrica dato che faccio il pendolare e che al posto di spendere € 32/giorno avrei speso poco + di € 5/giorno, ma l’autonomia dell’auto (io percorro 70km per andare al lavoro e altrettanti per tornare), la possibilità di ingorghi e pertnto attese fermi in autostrada senza possibilità di caricare, le dimensioni delle auto (se ti passa un tir vicino non so se la racconti) ed infine l’esagerato costo di acquisto altre € 30.000 che per una city car mi sembra esagerato


Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: